Perché prenotare direttamente?

Perchè prenotare direttamente all’Hassler Roma

Nessun costo nascosto: con una prenotazione diretta all’Hassler avrete la sicurezza che nessun costo di prenotazione verrà aggiunto al prezzo pubblicato, mantenendo una politica tariffaria di completa trasparenza.

Garanzia migliore tariffa: prenotando direttamente troverete la più bassa tariffa possibile per il vostro soggiorno.

Competenza: sul sito dell’Hassler sono presenti tutte le ultime offerte e novità.

Personalizzazione: prenotando direttamente all’Hassler, il nostro team specializzato vi seguirà passo dopo passo con la vostra prenotazione.

Sicurezza: prenotando sul sito hotehasslerroma.com avrete i più alti standard di sicurezza possibili e transazioni completamente sicure.

15
16
Senza costi nascosti Disponibilità più aggiornata Garanzia migliore tariffa
Controlla Disponibilità

Una lunga storia d'eccellenza

Storia

Storia

Roberto Jr. e Veruschka Wirth, rispettivamente Presidente Esecutivo e Amministratore Delegato dell’ Hassler Roma, rappresentano la quinta generazione di una famosa dinastia di albergatori svizzeri.

La dinastia cominciò con Franz-Josef Bucher, considerato uno dei pionieri dell’industria alberghiera in Europa. Agli inizi del 1870, Bucher acquistò e sviluppò la Trittalp, un’area in   Svizzera precedentemente remota e inaccessibile. In un paio di anni, costruì una serie prestigiosi hotel oltre alla seggiovia Hammetschwand,  ancora oggi la più alta d’Europa e alla ferrovia del Burgenstock.

Nel 1890 il Sig. Bucher incaricò il genero Heinrich Wirth (nonno di Roberto E. Wirth) di recarsi a Roma per prendere in gestione l’Albergo Minerva e successivamente assumere la direzione dell’Hotel Quirinale acquistato da Bucher nel 1894. Sotto la direzione di Wirth l’hotel prosperò e divenne ben presto uno degli alberghi più prestigiosi della città di Roma.

Sarà Oscar (figlio di Heinrich e padre di Roberto Wirth) a gestire l’Hotel Hassler di Roma nel 1921, in qualità di partner di un altro albergatore svizzero, il Sig. Hassler, divenendo in seguito l’unico proprietario del prestigioso hotel. 

Nel 1939, Oscar Wirth demolì quasi interamente l’edificio per ricostruirlo. In seguito l’hotel fu requisito dalle forze aeree americane, per essere utilizzato come loro quartiere generale a Roma, durante la seconda guerra mondiale. 
Il nuovo Hassler fu finalmente aperto al pubblico nel 1947.  

Nel 1950 nacque a Roma Roberto E. Wirth, primogenito di Oscar e sua moglie Carmen. 

Roberto E. Wirth è stato un proprietario presente e attento e ha sempre considerato l’Hassler Roma la sua casa e l’eredità di famiglia. Egli ha trasmesso il suo impegno, la sua passione per l’ospitalità e la sua dedizione ai figli Roberto Jr. e Veruschka che, nel 2022, hanno ereditato la proprietà e la gestione dell’iconico hotel. Ciò che ha permesso all’albergo di essere considerato come uno dei migliori d’Europa e location prediletta dei viaggiatori che visitano la Città Eterna.
Roberto Jr. e Veruschka hanno acquisito anche il Palazzetto, un incantevole palazzo del 1500 che si affaccia sulla Scalinata di Piazza di Spagna e che è sia hotel e wine bar che location eventi.

Poiché Roberto Wirth nacque sordo profondo, è stato molto attivo in varie associazioni che migliorano la condizione di vita di chi, come lui, è sordo dalla nascita. Ha creato la Roberto Wirth Fund poi divenuta CABSS (Centro Assistenza Bambini Sordi e Sordo Ciechi), Onlus che offre programmi di intervento precoce ai bambini sordi e sordociechi da 0 a 6 anni, periodo cruciale ai fini di un adeguato sviluppo cognitivo, affettivo-emotivo, sociale, comunicativo e linguistico.